Comics Graphic Novel Recensioni

Appuntamento a Phoenix – Recensione

appuntamneto-a-phoenix
Giuseppe Di Mauro

Tony Sandoval è uno di quegli autori che noi di ToChio amiamo particolarmente. Con la sua straordinaria capacità di trattare con semplicità e grande sensibilità temi complessi, il suo stile inconfondibile, i suoi magnifici acquerelli e la straordinaria potenza delle sue immagini oniriche, arriva dritto al cuore del lettore.

Non è un caso, quindi, se abbiamo atteso con impazienza l’uscita di Appuntamento a Phoenix, arrivato a settembre in Italia grazie a Tunuè, già da quando Sandoval stesso ne aveva accennato nell’intervista rilasciata qualche tempo fa alla nostra Agnese.

Il nuovo graphic novel dell’autore messicano si presenta come qualcosa di assolutamente nuovo rispetto alle opere precedenti: abbandonate le atmosfere magiche e sovrannaturali e i temi legati alla crescita e all’adolescenza, qui Sandoval ci racconta la vera storia del suo ingresso da clandestino negli Stati Uniti. Tony, infatti, originario di un cittadina nel nord-ovest del Messico, ha varcato la frontiera degli U.S.A. per ricongiungersi con la fidanzata americana e inseguire il sogno di diventare un fumettista.

appuntamento-a-phoenix-vignetta

La lettura delle circa settanta tavole è rapidissima, grazie anche e soprattutto all’empatia che l’autore riesce a generare nel lettore, coinvolgendolo già dalle prime vignette in una vicenda tanto difficile da immaginare. Senza ricorrere ad artifici, con uno stile auotobiografico lineare in cui si mostra particolarmente a suo agio (sfondando anche la quarta parete per rivolgersi direttamente al lettore), Sandoval riesce a raccontare la dura realtà dell’emigrazione dal Messico – e, in generale, dall’America Latina – verso gli Stati Uniti e lo fa senza retorica o vuoti moralismi, attraverso il racconto diretto delle sue difficoltà, delle ansie e delle paure, dei sogni e delle speranze. Senza avere la pretesa di insegnare nulla, l’autore ci permette di vedere il fenomeno immigrazione da una prospettiva diversa da quella occidentale odierna, avvicinandoci a chi, troppo spesso, siamo abituati a vedere come un pericolo, se non addirittura un nemico.

appuntamento-a-phoenix-splash-page

L’inconfondibile tratto morbido Sandoval e il suo magistrale utilizzo dei colori permettono al lettore di calarsi ancor di più nella vicenda, catapultandolo in piena frontiera messicana grazie alla perfetta resa delle luci e delle atmosfere del deserto. Ottime anche le scelte registiche con un perfetto equilibrio tra primi piani e inquadrature di ampio respiro che consentono alla narrazione di muoversi agevolmente dal microcosmo personale della vicenda narrata all’universalità del tema trattato.

Con Appuntamento a Phoenix, Tony Sandoval dimostra ampiamente di essere un autore artisticamente maturo, perfettamente capace di confezionare un ottimo graphic novel pur uscendo dai propri consueti stilemi a dalle strutture narrative ben collaudate nella propria precedente produzione.

Consigliato non solo ai fan dell’autore (ai quali suggerisco) di non lasciarsi scappare l’opportunità di incontrarlo allo stand Tunuè all’ormai imminente edizione di Lucca Comics & Games), ma anche a tutti gli amanti del buon fumetto.

About the author

Giuseppe Di Mauro

Giuseppe Di Mauro

Allievo ingegnere dalle ambizioni letterarie, eternamente diviso tra la pesante concretezza del cemento armato e l'inebriante incanto delle parole e delle nuvole di carta.
Caporedattore di ToChio.it

Leave a Comment

Close
Supporta ToChio!
Seguici anche su Facebook e Twitter:
Social PopUP by SumoMe