Serie Tv

Arrow 4×11 – A.W.O.L

arrow-header-season-4
Giorgia Michelle
Written by Giorgia Michelle

Dal titolo “A.W.O.L“, il 27 gennaio su TheCW, è andata in onda la 4×11 di Arrow. Qualora non seguiste la programmazione americana, vi avverto, NON PROSEGUITE!
378d99de8e195661bfa0c76dd62ceca35c7441951dda790a03ce981fafd296c8
Degno seguito dello scorso episodio da cardiopalma, questa puntata vede il team Arrow alle prese con l’organizzazione criminale Shadowspire, connessa a Deathstroke, ma l’azione congiunta di Black Canary, Green e Red Arrow insieme a Diggle ed Andy riuscirà a sventare l’attacco.
Cosa abbiamo apprezzato di questo episodio? Le parti più belle hanno, senza dubbio, Felicity come protagonista della scena! Dopo essersi ripresa, la nostra Felicity dovrà affrontare una  conseguente crisi d’identità: il danno fisico che le impedisce di tornare a camminare innesca, per dei critici momenti, una serie di riconsiderazioni. La perdita dell’autosufficienza influisce inesorabilmente, nonostante l’incredibile forza che Felicity ha sempre dimostrato di avere, trasformandosi in una perdita di fiducia nelle proprie capacità. Proprio per questo il tentativo iniziale di Oliver, di includere nuovamente la ragazza nelle operazioni del team, risulta fallimentare.
E’ stata particolarmente piacevole, in questo frangente, la rappresentazione della crisi d’identità di Felicity come uno sdoppiamento della propria persona: la paura di non saper più essere meglio di ciò che si è stati diventa un meccanismo mentale di difesa e reazione all’autocommiserazione e all’impotenza della condizione fisica attuale. Ed è proprio in questo processo di ripresa graduale e faticoso, ma forse troppo affrettato, che si riafferma la grandezza e la forza di Felicity Smoak: non chiedetevi più perché è il personaggio più amato della serie!

     

 

 Diametralmente opposto è lo stato psico-emotivo di Oliver che, com’era prevedibile che fosse, si sente colpevole delle condizioni della fidanzata. Il  complesso dell’eroe, che si ripercuote negativamente, sembra far riemergere a tratti il vecchio Oliver Queen: oscuro, tormentato e solo. E’ stato  bello vedere Laurel essere lì proprio per scuotere l’amico dallo stato d’inattività e spronarlo ad essere concretamente di supporto, come poi  vedremo, alla fine dell’episodio in cui Oliver dice a Felicity che non si arrenderà mai per lei. Shippers olicity non disperate perché, comunque  andrà, Oliver e Felicity sono fatti per stare insieme: tirano fuori il meglio l’uno dall’altra vicendevolmente!

    

 

Abbandoniamo un attimo la sfera emotiva, passando all’azione:
– Allo stesso modo è stato bellissimo vedere una Felicity, completamente nuova, fare di nuovo le sue magie cybernetiche! E, in tal proposito, non posso non citare Oliver che, FINALMENTE, le ha trovato un vero soprannome: no, non è hot wheels, ma OVERWATCH!
– Diggle ed Andy, vista la situazione, hanno dovuto mettere da parte i propri rancori e salvare Lyla dagli Shadowspire che, da uno dei flashback, sembrano avere anche dei collegamenti con il passato di Oliver. Conclusosi tutto per il meglio, anche se la Waller ci ha lasciato le penne (purtroppo o per fortuna), Diggle e Lyla accolgono Andy in casa. Scena scontata e poco credibile: un perdono ottenuto troppo facilmente e, probabilmente, non meritato. Andy, infatti, potrebbe aver aiutato il team Arrow solo per infiltrarvisi senza sospetti. Ciò mi induce a considerare sempre di più la possibilità che, all’interno della misteriosa tomba, ci possa essere John. Possibilmente Andy tradirà il team e il fratello e quest’ultimo pagherà con la vita. Ultimo elemento: in questo episodio avete notato l’assenza di Darhk? Vi è mancato? Vi siete chiesti dove fosse? Onestamente, no. Perché l’episodio è stato perfettamente equilibrato e non ha lasciato tempo allo spettatore per annoiarsi o farsi domande! Nel prossimo episodio, dal titolo Unchained, è previsto il ritorno di Damien Darhk. Cosa dobbiamo aspettarci? Eccovi un piccolo assaggio della 4×12:

 

About the author

Giorgia Michelle

Giorgia Michelle

Nerd per un buon 60%, mi piacciono anime e manga, adoro guardare qualsiasi tipo di serie TV : Game Of Thrones, come saga nel complesso, è la mia droga. Amo leggere e scrivere, soprattutto di ciò che mi piace, e mi incuriosiscono le lingue e le diversità culturali.

Leave a Comment

Close
Supporta ToChio!
Seguici anche su Facebook e Twitter:
Social PopUP by SumoMe