Fresh News Serie Tv

Heroes Reborn 1×11 e 1×12 — Le recensioni

heroes-reborn-teaser-trailer-super-bowl
Anna Maugeri
Written by Anna Maugeri

Gioite, fan di Heroes Reborn, lo hiatus è finito!

Ovviamente anche stavolta fioccheranno spoiler e… un momento… dove eravamo rimasti?

  • Tommy/Nathan ha viaggiato nel futuro in compagnia della Kravid, ma l’ha prontamente friendzonata (o futurezonata visto il contesto, fate voi) dopo aver incontrato Miko ed essersi teletrasportato via con questa;
  • Malina continua a dimostrare quanto sia figo il suo potere fermando una tempesta senza battere ciglio e Noah, forse stanco di fare il nonno, sparisce lasciando che la ragazza torni a fare squadra con Luke;
  • A Sunstone Manor Carlos e Farah, di nuovo romanticamente riuniti, s’imbattono in Taylor e trovano in lei una nuova alleata;
  • Quentin è cattivo e Phoebe è inquietante (e avrebbe anche urgentemente bisogno di una doccia, insomma, qualcuno faccia qualcosa!).

Avevamo lasciato dietro un quadro già complicato ma forse non abbastanza per Tim Kring e i suoi collaboratori, i quali hanno pensato bene di ingarbugliare ulteriormente la matassa. Send in the clones e Company woman sono due episodi incredibilmente dinamici e ricchi di azione e i personaggi in scena erano troppo impegnati a correre avanti e indietro sia nello spazio che nel tempo per avere il tempo di respirare. Che ansia.

Questi continui spostamenti e, in generale, le diverse vicende hanno però una destinazione comune: Odessa, lì dove tutto è iniziato e dovrebbe finire… sempre che i gemelli ce la facciano a incontrarsi, eh.

Disperatamente alla ricerca di Tommy, Malina e Luke incontrano/scontrano invece Quentin e Phoebe, che vengono facilmente messi al tappeto e diventano quasi due animaletti da compagnia nel lungo viaggio verso il Texas. Gli spaccati dedicati al quartetto mostrano sempre più chiaramente come Phoebe non sia più la dolce ragazza che avevamo conosciuto in Dark Matters: la sua stessa oscurità ha finito per inghiottirla e l’ha trasformata in un’altra spietata pedina nel gioco della Kravid. Invece Quentin, la farfalla più vistosa di tutte, inizia ad avere qualche cedimento e non ci appare più solo quel gran traditore contro cui avevavamo urlato qualche puntata fa: è così pieno di scrupoli (e particolarmente colpito da una possibile dipartita di Noah) che quando ne ha la possibilità si schiera con decisione dalla parte dei buoni, lasciando andare quella che lui ha stesso ha detto non essere più sua sorella. Bentornato Q.!

Il trio si rimette sulle tracce di Tommy e la brillante idea di Luke di usare una troupe televisiva per ottenere visibilità, uhm, diciamo che non è poi tanto brillante e serve ad aggiungere solo casini su altri casini. Tommy, che ha continuato a fare il doppiogioco con la Kravid per tutto il tempo, ha colto il messaggio della sorella e si è teletrasportato sul posto mentre Joanne, incaricata dalla stessa Erica di porre fine alla fuga di Malina e Luke, sopraggiunge con tutta la sua furia intanto che Carlos, Farah, Jose e Micah Sanders parcheggiano l’auto. Risultato: Tommy viene ridotto in pixel da Hachiro Otomo che lo intrappolerà in Evernow, Joanne viene trasformata dal marito in un mucchietto di cenere (a mali estremi, estremi rimedi) e Farah fa da scudo beccandosi una pallottola indirizzata a Malina. I gemelli non si sono visti neppure di sfuggita, ma ho apprezzato questa movimentata scena e la premio con un punto bonus per essersi svolta nella palestra del liceo di Clare e aver commemorato la cheerleader.

 Facciamo un passo indietro: come ha fatto Micah  Sanders a fuggire da Sunstone Manor? Beh, ogni  tanto Carlos fa qualcosa di buono anche se, per  quanto mi riguarda, resta sempre ad un passo dal  vincere il premio come Più Inutile Personaggio  della Serie e arrivati a questo punto deve  compiere qualcosa di davvero incredibile per  farmi cambiare idea. Comunque sia, in quell’oasi  di pace sotto mentite spoglie avvengono fatti più  rilevanti del Campeon che fa sfoggio del suo  fisico: Taylor viene presa in ostaggio da Matt, il quale vuole usarla come merce di scambio con Erica. La disperazione causata dall’essere abbandonato dalla sua famiglia e costantemente bombardato dai pensieri di tutti hanno trasformato Parkman in un cattivello che vuole salvare la moglie e il figlio ottenendo gli orologi che permetteranno loro di venire teletrasportati nel futuro. Lo scambio avviene e Matt va via felice e soddisfatto, ma sulla via del ritorno viene colpito dal karma e la sua macchina finisce fuori strada: due orologi vengono perduti e lui, con il suo ancora al polso e la gamba rotta che gli impedisce di muoversi, non può fare altro che urlare. Mi domando se e come lo rivedremo, voi che ne pensate?

Problemi più grandi minano il rapporto tra Taylor ed Erica, che viene finalmente a sapere di star diventando nonna di un bellissimo baby-EVO. O almeno che avrebbe potuto diventarlo, perché Taylor afferma senza mezzi termini che preferirebbe morire come tutti gli altri piuttosto che andare a vivere in una terra deserta insieme alla madre (e come darle torto). Questa vicenda madre-figlia, che credo sia stata così conclusa, è stata completata nella 1×12 da alcuni flashback del passato di Erica: ebbene sì, Taylor è figlia di una violenza perpetrata da un EVO e proprio  su ciò poggia lo sterminio di massa progettato da Erica. Questo dovrebbe forse giustificare il suo piano malefico? Ovviamente no e, per quanto una violenza sia comunque un’esperienza orribile, la motivazione non può che apparirmi fragilina a livello narrativo. Insomma Erica, nessuno ti ha mai insegnato che non si fa di tutta l’erba un fascio?

Presa com’ero da questo turbinio di eventi ho dimenticato di sottolineare una cosa di vitale importanza: HARRIS È FINALMENTE SCHIATTATO e a farlo fuori è stata proprio Katana Girl… che è morta di nuovo. Ad andare via però è solo la componente virtuale di Miko dato che, come sappiamo, la sua versione in carne ed ossa sopravvive ancora e ciò mi fa sperare in un bel lieto fine con tanto di ricongiungimento con Ren. A proposito, è chiaro come il sole che a liberare Tommy da Evernow sarà proprio quest’ultimo, aiutato nell’impresa da Emily.

Manca qualcuno? Sì, manca Noah che starà sicuramente provando la sua entrata ad effetto per il gran finale. E manca pure Hiro, mi rifiuto di credere che sia morto.

I nostri eroi hanno poco meno di tre ore per impedire la catastrofe e il solo pensiero dell’ultima puntata mi mette già ansia; mi auguro vivamente che il finale non distrugga quanto di buono è stato costruito finora. Il prossimo episodio, Project Reborn, concluderà definitivamente la serie: nata infatti come serie-evento, per Heroes Reborn non è stata confermata una seconda stagione.

Amareggiati? Delusi? Volete che la smetta di prendermela con Carlos? Fatemelo sapere qua sotto!

About the author

Anna Maugeri

Anna Maugeri

Studentessa di giorno, fangirl accanita di notte.
Per la maggior parte del tempo scrivo, leggo, guardo film e aspetto di essere reclutata da un matto con una cabina telefonica blu.
Mi piacciono il the alla vaniglia, i temporali e ho un’ossessione per tutto ciò che riguarda le stelle.

Leave a Comment

Close
Supporta ToChio!
Seguici anche su Facebook e Twitter:
Social PopUP by SumoMe